CENTRO CONGRESSI "VILLA ORLANDI"

Villa Orlandi - La storia di Casa orlandi

Anacapri - Napoli

Casa Orlandi, episodio architettonico in cui confluiscono temi e modelli della tradizionale casa caprese, costituisce l'anello di congiunzione tra due contrade di Anacapri: Timpone e Le Boffe. Il suo impianto originario è dei primi decenni del Settecento, quando nel vicino complesso conventuale di Carmenlitane, completamente rinnovato, si costruiva la nuova chiesa di San Michele su progetto (1719-20) di D. Antonio Vaccaro.

Prima di questo intervento dobbiamo immaginare, nel sito dell'attuale casa, cisterne e strutture contadine di pertinenza delle Teresiane. Intorno alla metà dell'Ottocento, e precisamente nel 1848, la famiglia Orlandi compra il "casino di campagna", che diverterà Casa Orlandi. Il primo proprietario noto fu il politico Giuseppe Orlandi, promotore della rotabile tra capri e Anacapri; il secondo, notissimo, fu Edwin Cerio,al quale si deve la ristrutturazione dell'opera condotta negli anni '30. Al "casino" settecentesco possiamo far risalire la cisterna più grande del cantinato, la sala con volta a specchio del piano terreno che vi si sovrappone e - forse - quella, con lo stesso tipo di volta, corrispondente alla prima sala dopo l'ingresso, al primo piano. Il fronte di camere a sud con la camera da letto, la cucina e la sala d'ingresso risalgono ad una fase di ampliamento.

L'attuale Casa Orlandi è costituita da due piani con due distinti giardini, uno al piano terreno (il più grande e il più antico) e uno al primo piano. Vi si accede dal piano superiore attraverso l'ingresso principale, costituito da un viale con pergola di colonne rustiche, di tipo dorico su basi raccordate al muretto di recinzione e collegate, in alto, da un pergolato in pali di castagno.

Al piano terreno si giunge da un altro ingresso, situato anch'esso su Via Finestrale, ma a quota inferiore, passando attraverso il giardino-orto. L'ingresso inferiore doveva essere l'ingresso al "casino di campagna" con cisterne, orto e giardino, ovvero al primo nucleo di quella che diverterà Casa Orlandi. La denominazione degli ambienti, qui indicata per illustrare il tipo architettonico, è da intendersi riferita all'opera prima dell'attuale destinazione a Centro Congressi dell'Università degli Studi "Federico II", che non ha alterato in alcun modo la configurazione degli spazi. L'ingresso superiore attira l'attenzione fin dal cancello per la presenza della pergola colonnata, con campate quadrate, che monumentalizza la casa e costituisce una preziosa testimonianza della tradizionale cultura architettonica dell'isola. L'allineamento della prima sala con il viale della pergola permette di vedere il panorama fin dalla piccola sala d'ingresso; di qui si passa al salone e poi alla terrazza con colonne, che si svolge lungo l'intera facciata del primo piano e consente l'affaccio verso il mare. Il piano terreno è caratterizzato da una sequenza di sale dalla zona notte, rispettivamente a sinistra e a destra dell'ingresso principale.. Qui con il ridotto spessore del portico doveva misurarsi Cerio per realizzare la piccolissima camera da letto, articolata su due livelli, fornita di disimpegno, di un piccolo bagno e di un arredo minuziosamente progettato.

Al piano superiore sono collocate le due sale principali, coperte da volte a specchio, e lo "studiolo" di Cerio che, insieme al terrazzo con le pergole, costituiscono il corpo avanzato della costruzione. Sul retro, a sinistra sono la camera da letto, anch'essa con volta a specchio, una piccola camera con volta a botte e il bagno, sulla destra una piccola sala, la cucina e le scale che portano al piano di copertura e al piano inferiore. la prima scala è inserita in una loggia coperta da volta a specchio; la seconda, che inizia direttamente dalla cucina, costituisce l'unico collegamento al coperto con il piano inferiore, direttamente dall'ingresso del primo piano. Dalla cucina, uscendo sul terrazzo e attraversando un arco, si giunge allo "studiolo" di grande effetto plastico, impreziosito, nell'angolo di sud-est, dagli scultorei comignoli. Fu realizzato presumibilmente tra il 1930 e il 1934, durante la ristrutturazione della casa e la sistemazione dei giardini. La piccola finestra è orientata verso lo scorcio più bello del Golfo di Napoli che si poteva guardare dallo scrittoio, costituito in realtà dalla stessa mensola del davanzale che si appoggia alla parete obliqua.

La storia di Casa Orlandi
Informazioni turistiche
Organizzazione dei Meeting
Raggiungere Villa Orlandi da Marina Grande
Accesso veicoli a Villa Orlandi

galleria fotografica

Prenota questa sala
Verifica disponibilità sala
Caratteristiche tecniche della sala
Villa Orlandi - Scheda tecnica


Sede : Anacapri - Napoli
Posti : 45+26+20
Orario apertura sala : dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 19.00

n.2 DOME CAMERA COLORE JVC MOD. TK-C675E CCD 1/3” 470 LINEE.

Minima illuminazione richiesta: 3 Lux (F 1.2) – Area sensore 4,6mmx3,6 mm-

Pixels effettivi 440.000 – Sincronismo interno/line look – Rapporto S/N 48 Db

Ottica zoom incorporata 16x 4.5 72 mm . (F 1.2 2.3) – Brandeggio 360° orizzontale

Senza fine – 90° verticale – Velocità 240° sec. Orizzontale - 120° sec. Vert.

Remote control RS-422/485 – Alimentazione 24V AC – Consumo 1,4 A .

n.2 ADATTATORI SPECIALI PER ATTACCO SU CAVALLETTO.

Per telecamera mod. TK-C675E.

 

n.2 TRASMETTITORI TELEMETRIA PER TK-C675E – Mod. TX-400.

Funzioni: Pan,Tilt, Iris, Focus, zoom, attivazione relè remoto(accensione luce,ecc.)

8 preset. – Trasmissione via cavo coax (max 500 metri ) o coppia twistata.

Alimentatore 9V CC incluso consumo 100 Ma.

 

n.2 RICEVITORI TELEMETRIA PER TK-C675E – Mod. RX-100 JVC

Contenitore stagno – Relè attivazione luce (max 8A 230V)

Ingresso per 4 contatti di allarme.

Compensazione lunghezza cavo – Alimentazione 9/12V AC/DC.

 

n.1 VIDEOREGISTRATORE PANASONIC MOD.NV-HD 462

4 testine video

Hi-Fi stereo con nuova qualità audio

Nuova registrazione esclusiva audio

Regolazione automatica dell'orologio

n.2 AMPLIFICATORI MOD.CMA30 BIAMP

Amplificatore uso commerciale a 6 canali di cui 4 con ingresso bilanciato micro/linea e 2 con ingresso isol.a trasformatore micro/linea/telef, trimmer di guadagno e dev.sensibilità su ogni ingresso,+ 24V phantom selezionabile su ogni ingresso, muting automatico

selezionabile su ogni ingresso(-10, -20 o -40 dB) , regolazione fine del

treshold di mute automatico e priorità selezionabile su ogni ingresso,

muting manuale selezionabile su ogni ingresso, regolazione a distanza

del volume di master tramite VCA interno, limitatore regolabile in sensibilità

dal pannello opsteriore, controlli di tono , Loudness e Low cut, scheda interna

di segnalazione annuncio con comando a distanza, uscita di potenza 30W RMS

su 4 / 8 ohm e tensione costante 25-50-70-100V

 

n.1 RADIOMICROFONO LAVALIER MOD.PL302 D.B.

Sistema completo di trasmettitore da cintura con microfono lavalier di tipo cardioide,

visualizzazione e regolazione saturazione ingresso, ricevitore Diversity, tecnologia PLL,

2 frequenze selezionabili, uscita audio bilanciata XLR, uscita audio sbilanciata, regolazione

squelch, alimentatore esterno. Valigia rigida in dotazione.

n.1 RADIOMICROFONO AD IMPUGNATURA SHURE MOD.ETV31S

Radiomicrofono con frequenze di funzionamento da 175.000 a 219.600 MHz

Possibilità di utilizzare sino a 6 sistemi contemporaneamente.

Composto da:

•  Trasmettitore T2/31

•  Ricevitore ET 4V

n.1 BASE DA TAVOLO ASTATIC MOD.A V6304/05

Base da tavolo circolare con attacco XLR3 maschio e femmina più cavo

lunghezza 5 metri .

 

n.1 ASTA TELESCOPICA RCF MOD. S51N+S53

Asta telescopica rigida a due elementi, completa di terminale A510

E base da pavimento in metallo

Peso 800 gr.

 

n.4 DIFFUSORI DA PARETE A.P.ART MOD. SDH 25 tw/b

Diffusore da parete, bass reflex 2 vie con woofer da 5,5” e tweeter

Da ½”, 25W a 100V 4 potenze selezionabili posteriormente , 80W RMS

A 8 ohm, sensibilità 91 Db 1w/1mt., 104Dbspl max., risposta 60-22KHz,

misure 238x180x150 mm completa di staffa a C e attacchi per eventuale

staffa girevole, colore bianco o nero, predisposti con piedini per appoggio

da tavolo

 

n.2 STATIVO MASTER MANFROTTO MOD. 004

Per casse acustiche

 

n.1 VIDEOPROIETTORE POLAROID Modello POLAVIEW 235

•  Qualità immagine:

Luminosità: 850 ANSI lumen

Risoluzione immagine: SVGA (800x600)Compressione XGA (1024x768)

Numero colori: 16,7 milioni di colori (24 bit) o 256 livelli di grigio

Contrasto: 200:1

Pannello: 2 pannelli LCD polysilicon 0,9”

Velocità di scansione: frequenza orizzontale da 15 a 81 kHz

Frequenza verticale da 50 a 85 Hz

•  Compatibilità:

Computer: SVGA, XGA, VGA, Mac 16” , Mac II, IBM PC, PS/2, Pentium e compatibili, Apple Macintosh, Power Macintosh

Video: NTSC, PAL SECAM, S-Video

•  Peso : 4,6 Kg

•  Dimensioni L x H x P : 235 x 115 x 340 mm

•  Supporto multiutente : 1 computer – 1 Video

•  Scheda PC : Un alloggiamento per PCMCIA Type II

•  Proiezione :

Obiettivo: Zoom,/messa a fuoco:controllati manualmente

Rapporto ingrandimento: 1,3:1

Dimensione schermo (diagonale): A 4,2 metri schermo con diagonale 2,5 metri

•  Lampada di proiezione: Tipo NSH 150 Watt – durata 2000 ore

•  Audio: Altoparlante mono 1 watt.

•  Telecomando: si, con puntatore laser

•  Alimentazione:

Requisiti: 100-240 V a commutazione automatica 50/60 Hz

Completo di borsa professionale per il trasporto

 

n.1 MOBILE RACK 20 UNITA' MOD.R-50/20P

Rack standard 20 unità profondità 580 mm .

Porta esterna in plexiglass con chiusura a chiave.

 

n.1 SINTONIZZATORE CANALI TV ATI- MOD.AT 26

PCI BUS Compatibile con tutte le VGA che consentono l'overlay.

 

n.1 VIDEOCONVERTITORE PAL/VGA MOD.VC/1

per gestione di materiale audiovisivo con convertitore PAL/VGA.

Questo apparato, consente di visualizzare le immagini provenienti

Da sorgenti video (es. Videoregistratore, telecamera, Videodisco,

Satellite, ecc.) direttamente sui monitor dei personal computer

allievo/istruttore(conversione PAL/VGA)

Possibilità per il docente di inviare la sorgente video a pieno schermo agli allievi.

 

n.1 DIAPROIETTORE KODAK MOD. EKTALITE 1500

Cambio diapositive 1 secondo

Utilizzo di caricatori circolari da 80 e 140

Utilizzo di caricatore rapido Kodak EC Ektalite

Voltaggio universale

Portaobiettivi universale

Dimensione 29,5 x 32,8 x 11,9

Diapositive da 24 x 36 mm

Funzione No Slide – No Light

Connettore a distanza 6 poli

Modulo lampada singolo

Lampada 82V/300W

Autofocus con possibilità di disinserimento

Timer( tempo di dissolvenza) – Secondi

Luce di lettura

comando a distanza a filo

comando a distanza infrarosso ir

caricatore 80 diapositive supplementare

 

n.1 CARRELLO PORTA LAVAGNA LUMINOSA


INFORMAZIONI

Image Sede: Via Partenope 36 - 80121 Napoli
Tel. 081 2535706
/ 081 2537395
Fax: 081 2535729
e-mail: eventi@unina.it

UTILITIES

ImageAlberghi convenzionati a Capri
Visualizza l'elenco completo degli alberghi

ImageAlberghi convenzionati
L' Ateneo Federico II ha attivato una serie di convenzioni con alberghi posizionati nelle vicinanze delle sale convegni. Soggiornando negli hotel elencati, potrete usufruire di tariffe estrememente coinvenienti.

REGOLAMENTI (aggiornamento 8/01/2014)

Image Personale interno
Il regolamento per lo svolgimento di convegni, concerti, mostre e manifestazioni di particolare rilievo, organizzate da soggetti appartenenti all'Università.

Image Enti Pubblici e Privati
Regolamento per lo svolgimento di convegni, concerti, mostre e manifestazioni, organizzate da parte di soggetti privati ed enti pubblici, in strutture comuni dell'Università.